Filtra le notizie di tuo interesse
< TORNA INDIETRO
ATTI EVENTI - BIM

Alberto Pavan | wikiBIM: Tutto quello che c’è nel BIM oltre la modellazione

7 Ottobre 2020

Il BIM (Building Information Modelling, come molti ormai sanno bene, ha molte valenze: sicuramente è uno strumento di modellazione parametrica ad oggetti 3D ma è anche un (grande) passo verso la digitalizzazione dei progetti ed ha una serie di implicazioni come la collaborazione più stretta fra le diverse discipline progettuali (architettonica, strutturale, impiantistica, infrastrutturale), fra i diversi soggetti attuatori e la committenza attraverso un AcDAT (Ambiente di Condivisione dei Dati). il BIM, insomma, rende disponibile un salto di qualità al mondo delle costruzioni e per questo conviene conoscerlo a fondo per poterne trarre il massimo vantaggio.

A questo fine, la Commissione BIM, dell’Ordine Ingegneri di Bergamo, ha organizzato in questi anni una serie di corsi e seminari per affrontare la materia da diversi punti di vista. Quello qui riportato fà il punto sugli aspetti normativi e contrattuali ma solo dopo aver attraversato tutti i concetti di base del BIM con dovizie di esemplificazioni sicuramente utili a tutti i livelli di conoscenza della materia.

In questo corso, l’Architetto Pavan (Coordinatore della Commissione UNI\CT\033\SC05, redattrice delle norme UNI SUL BIM) ha percorso in lungo ed in largo tutto quello che c’è da sapere sul BIM. Intanto i concetti e le definizioni di base: Formato Ifc, Oggetto parametrico, ACDat, CDE, Capitolato Informativo, Programmazione ad oggetti, Modello grafico-geometrico, Classi o Famiglie di oggetti, 3D, 4D, 5D, 6D, 7D, LOD, BEP, EIR, LOI, AIR, AIM, PIM, PIP, attributi etc, poi un escursus sulle varie norme nazionali, Europee ed Internazionali che regolano la materia. Così abbiamo visto cosa contengono le norme cogenti, La Direttiva europea sugli appalti, il Codice dei contratti, il DM (Baratono) 560/2017, ed anche cosa coprono le norme volontarie: BS-PAS 1192-2:2013, ISO 19650 1-2; BIM STANDARD U.S., BIMforum LOD specification, UNI 11337 1-3-4-5-6-7, prEN 17412, prEN 17439 – 19650 CEN guide etc. solo per citarne una piccola parte. Per finire con le qualifiche degli operatori con le competenze effettive di ciascuna figura in un sistema complesso di interfacciamento fra un committente, uno o più imprese appaltatrici e le rispettive catene di fornitura oltre ai progettisti e Direttori Lavori delle diverse discipline. Insomma un vademecum completo di tutto quanto c’è da sapere sul BIM appena si và oltre la mera modellazione geometrica e si deve affrontare anche il piano contrattuale che, inevitabilmente, comporta la scelta delle norme da applicare e conseguentemente la conoscenza di cosa ci sta dentro e delle rispettive implicazioni. Come la gestione delle fasi, dei flussi, della interoperabilità, della distinzione-commistione della proprietà intellettuale dei singoli modelli e del modello federato etc.

Insomma, è stato un corso enciclopedico che si è basato su una presentazione di 214 slide, tutte ricche di quadri, tabelle e definizioni che costituiscono un riferimento veramente completo per l’operatore, che si approcci al BIM con qualsivoglia funzione.

Essendo un documento ragionevolmente autoesplicativo, mi è sembrato utile proporlo e renderlo disponibile e scaricabile a tutti i colleghi del settore che potranno trovarci veramente una grande messe di informazioni a qualunque livello se ne abbia bisogno e lo si consulti.

Ing. Livio Izzo
Membro dei Gruppi di Lavoro 1-2-4-5-6
della Commissione UNI\CT033\SC05

 

CONTINUA LA LETTURA:

 

Parte1: La storia, la teoria, il software, il modello e i dati, il metodo e lo strumento, le classi e gli oggetti, la modellazione grafico-geometrica, nuovo strumento, formati aperti e proprietari, normazione cogente, normazione volontaria nazionale e internazionale, la programmazione della consegna delle informazioni, i LOD ed il LOIN, il linguaggio IFC, la norma UNI 11337, processi digitali.

approfondisci parte 1

 

Parte 2: La Progettazione, le imprese, i fornitori, i Gestori, Il BIM ed il GIS, il rilievo ed il restauro, la formazione, le figure del BIM, una organizzazione BIM Compliant, le certificazioni, il flusso informativo fra requirements e deliveries, il CDE o AcDAT, il Capitolato Informativo, le fasi di lavorazione, approvazione, verifica ed archiviazione, i livelli di coordinamento, usi ed obbiettivi dei modelli, sistemi di classificazione/codifica, prezzari BIM, schede informative digitali, fascicolo del costruito, manutenzione, code checking, e verifiche
amministrative (digitali), computabilità delle norme su modelli digitali, sicurezza e diritti d’autore.

approfondisci parte 2

 

 

Condividi: