Filtra le notizie di tuo interesse

Il primo obbiettivo di questo corso, di cui alleghiamo le presentazioni e la relazione più che sufficienti ad informare a formare anche chi non ha potuto partecipare, è sicuramente quello del raggiungimento di un benessere psico-fisico propedeutico ad ottenere i massimi risultati sul piano professionale.

Ma c’è anche un secondo obbiettivo.

Non siamo ancora abituati, infatti, ad associare la “salute” con la “sicurezza” nonostante il D.Lgs. 81 li associ indissolubilmente fin dal titolo.

Ebbene, questo corso ha avuto ad oggetto la Salute così come definita all’art. 2 lettera “o” del Capo I Titolo I del D.lgs 81: “salute”: stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un’assenza di malattia o d’infermità.

Questa finalità si inquadra quindi perfettamente nell’oggetto del Protocollo d’Intesa fra CNI e CNOP (Consiglio Nazionale Psicologi) che ha proprio la finalità di colmare questo gap.

 

Livio Izzo

 

continua la lettura:

 

 

 

 

 

 

Condividi:

E’ un vero e proprio manuale, quello di Angelina Pettinato, basato su una famosa iscrizione sul tempio di Apollo a Delfi: “CONOSCI TE STESSO” che si “poggia” su 4 pilastri: 1) Il Sistema di convinzioni; 2) L’Intelligenza emotiva; 3) La gestione dell’ansia e dello stress; 4) La comunicazione efficace. Tutte aree di miglioramento sicuramente per chiunque ma qui declinate sulle esigenze e problematiche del Professionista, In cantiere, in studio o presso il Cliente,

Il Manuale, allegato integralmente, consiste in una rielaborazione di un corso per Professionisti, organizzato dal RSPP del Comune e della Provincia di Bergamo in collaborazione col Gruppo Soft Skill dell’Ordine Ingegneri di Bergamo.

Il corso ha avuto un respiro di 20 ore suddivise in 7 incontri e qui reso fruibile per chiunque volesse approfondire questi argomenti non solo su un piano teorico ma anche, e forse soprattutto, per acquisire gli strumenti più efficaci per contenere ansia e stress e per migliorare le performance sul piano della comunicazione e collaborazione negli ambienti di lavoro.

Il CdR

 

continua la lettura:

 

 

 

 

 

 

 

Condividi: