Filtra le notizie di tuo interesse

Il primo obbiettivo di questo corso, di cui alleghiamo le presentazioni e la relazione più che sufficienti ad informare a formare anche chi non ha potuto partecipare, è sicuramente quello del raggiungimento di un benessere psico-fisico propedeutico ad ottenere i massimi risultati sul piano professionale.

Ma c’è anche un secondo obbiettivo.

Non siamo ancora abituati, infatti, ad associare la “salute” con la “sicurezza” nonostante il D.Lgs. 81 li associ indissolubilmente fin dal titolo.

Ebbene, questo corso ha avuto ad oggetto la Salute così come definita all’art. 2 lettera “o” del Capo I Titolo I del D.lgs 81: “salute”: stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un’assenza di malattia o d’infermità.

Questa finalità si inquadra quindi perfettamente nell’oggetto del Protocollo d’Intesa fra CNI e CNOP (Consiglio Nazionale Psicologi) che ha proprio la finalità di colmare questo gap.

 

Livio Izzo

 

continua la lettura:

 

 

 

 

 

 

Condividi:

Contributo che ci riguarda  tutti come cittadini: purtroppo le fake news diffuse dai media sono quelle che più influenzano l’opinione pubblica, L’essere ritrattate (caso mai verificatosi, da quel che ne so, per le TV) o provocare un’ammenda non rimedia al danno fatto.

In quanto al “Sito Culturale”, potrebbe al massimo essere incriminato il Direttore e l’Autore del contributo. Ma è un’ipotesi così remota, dato i temi trattati, che non vale la pena dii preoccuparsene. A meno che affermare, ad esempio, che il nuovo ponte di Genova sia un’opera d’arte sia considerato un reato.

Gen Guala

 

continua la lettura:

 

 

 

 

 

 

 

Condividi:

Il tema “Soft Skill” sta diventando sempre di più un argomento centrale nella nostra professione. Accanto alle nostre amate Hard Skill, a partire da quelle scolastiche, a quelle tecniche gestionali, a quelle trasversali (sicurezza, salute, ambiente), fino alle più recenti sulle nuove tecnologie informatiche, ora sono arrivate in pole position anche le “Soft Skill”.

In effetti, non c’è momento del giorno in cui ognuno di noi non debba comunicare in modo corretto e chiaro, attraverso una leadership propositiva, all’ interno di team di lavoro stabile o che cambi continuamente. Abbiamo quindi scoperto che in realtà le Soft Skill sono importanti quanto le Hard Skill.

Detta in altro modo: le Hard Skill sono condizione necessaria, ma non sufficiente, per svolgere al meglio il proprio lavoro.

Le soft skill, comportamenti personali che ci aiutano a relazionarci con gli altri, sono quindi parte integrante del nostro lavoro.  Potremmo anche essere i migliori professionisti, con le migliori conoscenze tecniche, ma senza la capacità di collaborare e/o comunicare con gli altri, non possiamo ottenere risultati importanti. Trattandosi poi di comportamenti personali, sono molto diversi da persona a persona e sono anche difficili da cambiare.

Così si è formato, nel 2019, un Gruppo di Progetto SOFT Skill che ha elaborato e poi snocciolato un folto programma di eventi formativi. In un precedente articolo, uscito su questo sito, abbiamo dato un report “verticale” di un evento specifico, In questo articolo diamo conto dei temi che abbiamo affrontato nel Gruppo nel 2020 e di come ci predisponiamo per dargli un seguito nel nuovo anno appena iniziato (Seconda Stagione).

Ricordiamo che il GdP è aperto a tutti gli iscritti, previa comunicazione in

Segreteria.

 

continua la lettura:

 

 

 

 

 

Condividi:

Ad oggi, le competenze tecniche di un professionista, un ingegnere in particolare, devono essere sempre più profonde e specifiche tanto che, ormai, va scomparendo la figura “multidisciplinare” o “tuttologa” di un tempo.

Tra tutte queste competenze ce ne sono alcune che, pur esulando da una preparazione specificatamente tecnica, si rivelano oggi altrettanto importati: le soft skills, ossia quelle competenze trasversali, capacità relazionali e comportamentali, che nella vita lavorativa sono importanti tanto quanto o addirittura più delle competenze tecniche e professionali (intelligenza emotiva, gestione dello stress, consapevolezza e chi più ne ha, più ne metta!).

Un campo vastissimo che il gruppo di lavoro omonimo sta approfondendo con una serie di seminari tematici sempre più partecipati.

Ing. Cristina Ramorino

 

CONTINUA LA LETTURA:
Relazioni_Vincenti
SLIDE_21_OTTOBRE_2020
SLIDE_23_OTTOBRE_2020

 

 

 

Condividi: